CONTROLLI NON DISTRUTTIVI CON ANNESSI CVR E CALCOLI DI STABILITÁ

La STIGC ha una notevole esperienza in materia di controlli non distruttivi volti all’analisi defectologica ed alla valutazione dello stato di integrità delle attrezzature in pressione. Le normative vigenti, ed in particolare la UE 68/2014, richiedono controlli periodici di attrezzature in pressione per tenere sotto controllo lo stato d’esercizio delle stesse. Al fine di adempiere a tali obblighi la STIGC offre ai propri clienti servizi di consulenza ed effettua in campo i controlli richiesti secondo norma su recipienti e/o serbatoi, caldaie e piping. In particolare si effettuano, con personale altamente qualificato e strumenti di misura certificati: Visual Testing anche tramite Endoscopie, Liquidi Penetranti, Esami Ultrasonori. L’attività sul campo è coadiuvata dall’ufficio tecnico che redige i Report CND, I calcoli di stabilità con software specializzati con relativi disegni tecnici ed il calcolo della vita residua.


RECIPIENTI & SERBATOI

La STIGC vanta un’esperienza pluriennale nell’analisi di recipienti in pressione tra i quali serbatoi, collettori e recipienti speciali. In particolare sono molteplici i clienti che necessitano dell’adeguamento normativo alla PED per i quali è possibile effettuare analisi approfondite su tali apparecchiature per valutarne lo stato d’integrità attraversi i controlli non distruttivi, i calcoli di stabilità ed il calcolo della vita residua

CALDAIE

I generatori di vapore, di acqua surriscaldata, di acqua calda o altro vettore energetico sono sottoposti a stringenti controlli da parte degli organi preposti (INAIL). In tale campo la STIGC offre consulenza sulla totale gestione dei GV secondo le norme vigenti attraverso le verifiche di funzionamento e di integrità come da obblighi legislativi, con controlli non distruttivi e visite interne.

PIPING

Secondo la norma UE 68/2014 nelle attrezzature in pressione rientrano anche tutte le tubazioni con determinati requisiti, pertanto anch’esse sono sottoposte a controlli come i recipienti. Anche in questo campo la STIGC offre attività di controllo e consulenza specialistica per il monitoraggio di tali attrezzature.

CVR E CALCOLI

La STIGC esegue Calcoli della Vita Residua delle attrezzature secondo il D.M. 329/04 al fine di determinare la possibilità di continuare ad utilizzare l’attrezzatura sottoposta a controllo e la durata in anni residua della stessa. Inoltre si eseguono calcoli di stabilità su apparecchiature da progettare, progettate o esistenti con software e personale specializzati secondo la normativa EN 13455/14 vigente per le apparecchiature in pressione.